Al via il progetto “RISPETTO E LIBERTA’, riflessione civica sull’origine della legalità”

Al via il progetto “RISPETTO E LIBERTA’, riflessione civica sull’origine della legalità”

ideato dal regista Fabio Comana

con i giovani attori di Progetto Young – Fondazione Teatro Donizetti

in collaborazione con CPL – Centro di Promozione alla Legalità di Bergamo

con il patrocinio di LIBERA Coordinamento Provinciale di Bergamo

con il contributo di Fondazione della Comunità Bergamasca Onlus

PONTERANICA/BERGAMO

21 settembre/ 1 ottobre 2019

Il progetto si rivolge agli studenti delle classi prime seconde e terze delle scuole superiori di Bergamo e Provincia, con l’intenzione di favorire, attraverso la visione di uno spettacolo teatrale, una riflessione sull’importanza della legalità, non solo intesa come contrasto alle mafie ed alla criminalità ma, ancor prima, come fondamento della vita civile.

Lo spettacolo teatrale “Il suono della conchiglia”, liberamente ispirato al romanzo “Il signore delle mosche” e realizzato con i giovani attori di Progetto Young della Fondazione Teatro Donizetti, racconta, in modo coinvolgente e di immediato approccio, come una piccola comunità di giovani venga costretta dalle circostanze a interrogarsi sulla necessità di darsi delle regole e di rispettarle, per garantire a tutti una convivenza pacifica ed egualitaria.
Spesso i giovani mal sopportano le regole, perché le vivono come un’imposizione degli adulti, senza riflettere sulle motivazioni nobili che danno origine a quelle regole, come la tutela dei più deboli.
Facendo il percorso inverso, cioè andando alle origini del bisogno di legalità, ci auguriamo di contribuire a sviluppare negli adolescenti una maggiore consapevolezza.

Immediatamente dopo la visione dello spettacolo, le tematiche principali verranno approfondite in un dibattito, condotto dai volontari dell’associazione “LIBERA” e da alcuni giovani avvocati, che risponderanno alle domande degli studenti e li guideranno in una riflessione, entrando nel merito dei principi che stanno alla base della Costituzione della Repubblica Italiana, contestualizzando il periodo storico in cui è nata e gli ideali di uguaglianza e rispetto che l’hanno ispirata, con numerosi esempi concreti della vita quotidiana, dove la legalità si traduce in rispetto per il prossimo, in particolare dei più deboli.

Lo spettacolo IL SUONO DELLA CONCHIGLIA verrà presentato al pubblico nella serata di SABATO 21 settembre alle ore 21 presso l’auditorium di Ponteranica (ingresso ad offerta libera) e replicato per gli studenti delle scuole interessate nelle settimane successive:

  • 23-24-25-26 settembre Auditorium ITIS Natta di Bergamo
  • 27 settembre Auditorium di Ponteranica
  • 30 settembre Auditorium Istituto Maironi da Ponte di Presezzo
  • 1 ottobre Auditorium di Ponteranica

Lo spettacolo, presentato per la prima volta a febbraio 2018, ha ottenuto da subito il pieno appoggio del Coordinamento Provinciale di Bergamo di LIBERA, associazione contro le mafie. In virtù di tale collaborazione, lo spettacolo sarà sempre seguito da una riflessione, guidata da esperti avvocati e volontari di “Libera”, per approfondire le tematiche affrontate sulla scena, di grande attualità in questo periodo storico dove il rispetto reciproco viene spesso ignorato dai comportamenti quotidiani di tanti cittadini.

Il progetto “Rispetto e Libertà “ ha ottenuto per due anni consecutivi il sostegno della Fondazione della Comunità Bergamasca e del Centro di Promozione della Legalità per la provincia di Bergamo, grazie al contributo dei quali è stato possibile limitare a soli 3 euro la quota di partecipazione per ciascun studente, favorendo una più ampia e non discriminatoria partecipazione.

Legalità è anche rispetto del lavoro giovanile, il progetto ha un costo che è determinato principalmente dai compensi degli attori e dalle spese vive di allestimento dello spettacolo. Trattando di legalità non potevamo non porci l’obbligo di assumere i giovani attori ed il personale tecnico con un regolare contratto, versando gli oneri sociali di legge, in applicazione del CCNL-Lavoratori dello spettacolo. Siamo convinti infatti che agire nella legalità significhi rispettare tutte le leggi, comprese quelle che regolano i rapporti di lavoro e che tale comportamento sia formativo dei diritti e doveri per dei giovani che intraprendono un’attività lavorativa, tanto più in un periodo storico dove lo sfruttamento e la precarietà sono così diffuse nella società civile.

I dirigenti e/o gli insegnanti degli Istituti o delle singole classi interessate possono prenotare la partecipazione prendendo contatto con la nostra segreteria organizzativa all’indirizzo mail: segreteria@erbamil.it oppure telefonicamente al 347 7336567

Leave a Reply

Your email address will not be published.