L’ascolto

L’ascolto

Non è una questione di timpani, è un processo più delicato che riguarda la disponibilità ad aprirsi, a mettersi in gioco, a superare le diffidenze e concentrarsi sull’essenziale delle relazioni umane: lo sguardo, il contatto, l’intesa e soprattutto il rispetto per l’altro. Gli attori di Erbamil si esercitano da sempre a sviluppare tale atteggiamento ed ora mettono a disposizione della scuola le tecniche apprese negli anni.

L’ORECCHIO DI PINOCCHIO  (laboratorio)
A titolo di esempio, abbiamo scelto alcuni capitoli della famosa fiaba di Collodi per condurre un percorso di educazione all’ascolto:
Il Teatrino di Mangiafuoco: il silenzio per poter ascoltare è la base del teatro e della comunicazione.
La fatina nel bosco: riconoscere i suoni della natura.
L’isola delle api industriose: la consapevolezza del rumore che ci circonda e spesso ci condiziona.
Il paese dei balocchi: divertirsi a ballare per riconoscere il ritmo della musica.
Gli Asini: avere grandi orecchie non significa saper ascoltare: impariamo a scegliere.
Il ventre della Balena: uno spazio raccolto per ritrovare l’intimità della comunicazione, come nel rapporto fra Pinocchio e Geppetto.

Primaria primo e secondo ciclo
minimo 8 ore, progetti personalizzabili
vedi anche la Lettura Sensoriale “L’orecchio di Pinocchio”

PER INFORMAZIONI:  347-7336567  oppure scriveteci a:  segreteria@erbamil.it